domenica 15 aprile 2012

Lo ha scritto Emily Bronte


«No, no, non permetto nulla di simile! Voi non sapete dunque quello che
si prova quando si è soli e davanti a voi sulla stuoia c'è la gatta, occupata a
leccare i suoi piccoli, e voi l'osservate così minuziosamente che, se le
accade di trascurare un'orecchia, vi sentite andare su tutte le furie?»

Emily Bronte  Cime Tempestose

Nessun commento:

Posta un commento