giovedì 26 aprile 2012

Lo ha scritto Alessandro Baricco


E, con cura, fermò il Tempo, per tutto il tempo che desiderò.

Alessandro Baricco - Seta

Lo ha scritto Wanda von Sacher-Masoch 1


Perché gli uomini non muoiono come sono nati, senza
saperlo.

Wanda von Sacher-Masoch - Le mie confessioni

domenica 15 aprile 2012

Lo ha scritto Sergej Lukjanenko 3


Chissà perché nelle persone in età avanzata si riaccende immancabilmente la voglia di trafficare in continuazione con la terra. Cos'è, cercano già di ambientarsi?

Sergej Lukjanenko - I guardiani del crepuscolo

Lo ha scritto Emily Bronte


«No, no, non permetto nulla di simile! Voi non sapete dunque quello che
si prova quando si è soli e davanti a voi sulla stuoia c'è la gatta, occupata a
leccare i suoi piccoli, e voi l'osservate così minuziosamente che, se le
accade di trascurare un'orecchia, vi sentite andare su tutte le furie?»

Emily Bronte  Cime Tempestose

mercoledì 29 febbraio 2012

La donna in gabbia di Jussi Adler-Olsen

Ho appena finito di leggere La donna in gabbia di Jussi Adler-Olsen, di cui avevo parlato in questo post.
Da anni sono un fedelissimo lettore di polizieschi, gialli, noir, thriller e dintorni. Una delle cose che non mi è mai piaciuta è quando la trama, i personaggi, o alcuni di loro, mancano di realismo.
Questo problema non tocca nel modo più assoluto La donna in gabbia, opera prima del danese Jussi Adler-Olsen. Jussi Adler-Olsen, che di mestiere fa il giornalista, è riuscito a creare personaggi, ambientazioni ed un intreccio narrativo, estremamente credibili.

Il detective Carl Mørk, con un improvvisato assistente siriano di nome Assad, si trova di malavoglia a capo del Dipartimento Q,  organismo di nuovissima costituzione, dedicato alla risoluzione di cold case che hanno suscitato particolare scalpore.

La coppia formatasi tra Carl ed Assad, il suo assistente extra-comunitario è a mio parere una delle più fortunate e divertenti coppie del panorama poliziesco. L'intreccio della trama è molto avvincente e per nulla scontato il finale, la lettura del libro assorbe completamente il lettore.

Mentre la trilogia Millennium di Stieg Larsson, mi era parsa poco verosimile, ed i suoi personaggi piuttosto spocchiosi, La donna in gabbia di Jussi Adler-Olsen, apre uno spaccato interessante sulla vita in Danimarca e lo fa senza lasciare cadere neanche per un momento la tensione di chi legge.

Nella mini serie televisiva dell'allora giovane Lars von Trier " The  Kingdom 2", l'incapace professor Stig Helmer (svedese) costretto a lavorare in Danimarca, sul tetto dell'ospedale grida nella notte - Maledetti danesi! -

Se leggesse La donna in gabbia, probabilmente per la rabbia lo rifarebbe.

Sicuramente un libro da non perdere.

martedì 28 febbraio 2012

Lo ha scritto Sergej Lukjanenko 2


Sai come si dice? Il vero siberiano non è colui che non teme il freddo, ma colui che si veste pesante.


Sergej Lukjanenko - I guardiani del giorno

Lo ha scritto Sergej Lukjanenko 1


L'amore è felicità, ma solo quando puoi credere che sia per sempre e anche se ogni volta questa promessa di eternità si rivela una menzogna, è l'unica in grado di dare forza e gioia all'amore.

Sergej Lukjanenko - I guardiani della notte